andrew howe

E’ notizia fresca quella che vede certa la rinuncia del vice-campione del mondo in carica del salto in lungo, Andrew Howe, alla partecipazione ai prossimi mondiali di Berlino.

L’ennesimo infortunio (questa volta al tendine d’Achille) lo ha costretto, in accordo con la Fidal, ad abbandonare i sogni iridati. Dispiace vedere che un campione come lui, forse il talento più cristallino (in tutti i sensi) che abbiamo mai avuto, stia trovando così tante difficoltà negli ultimi due anni.

Infortuni a ripetizione dovuti a stress da allenamento, sfortuna, ma forse anche a scelte errate proprio negli allenamenti, stanno portando alla perdita di quello che era considerato, fin dalle categorie giovanili, il possibile erede di un certo Carl Lewis.

Spero vivamente di sbagliarmi…

Annunci