boxe 2009Si aprono oggi i mondiali di boxe a Milano.

Ci si augura grande  spettacolo da uno sport che, francamente, ritengo bellissimo.

Uno sport figlio di altri tempi, quelli del primo dopoguerra, in cui gli eroi erano alti e grossi, in cui gli eroi erano macchiati di sangue e rappresentavano la patria. I tempi di Carnera per intenderci. Poi arrivarono le vittorie ai mondiali di calcio, e tutto passò in secondo piano. Ogni tanto la passione riaffiorava con Benvenuti e Parisi, ma non era come una volta. Per lo stato dall’altra parte dell’oceano, gli USA, niente è cambiato, la passione è quella di sempre, quella di Joe Louis, di Sugar Ray Leonard, di Tyson e De La Hoya, di Foreman e Clay, di Jack La Motta e Rocky Marciano. Speriamo che ritorni anche da noi, intanto godiamoci questo mondiale.

E godiamocelo perché abbiamo una grande squadra, con le punte di Domenico Valentino, Clemente Russo e  Roberto Cammarelle da usare per le medaglie, come abbiamo fatto a Pechino e due anni fa a Chicago. Speriamo in bene, la classe c’è.

Buon mondiale a tutti.

Annunci