cev_logoLa sfida di ieri pomeriggio contro la Russia ci ha visti perdenti ancora una volta. 25-23, 25-21, 25-21 i parziali dell’incontro che ci ha visti, come sempre in questo europeo, deboli nei momenti chiave del match.

Italia che parte bene e nel primo set si guadagna addirittura un vantaggio di 5 punti, arrivando  al secondo tempo tecnico di sospenzione sul 16-11. Piano piano perdiamo il vantaggio acquisito, prendiamo il break avversario nel momento chiave del set e perdiamo si per 25-23.

Gli altri due set sono sempre ad appannaggio della Russia, che controlla costantemente il punteggio e finisce per dominarci senza appello.

Male quindi la spedizione azzurra, manca ancora la Finlandia, squadra con il nostro stesso punteggio, ma questi europei ci vedranno uscire nettamente ridimensionati, in grave crisi di gioco e di mentalità vincente, quella che avevamo non più tardi di 5-6 anni fa. Adesso dobbiamo riorganizzarci in fretta, perché oltre a dover pensare alle prossime qualificazioni europee, dobbiamo guardare all’anno prossimo, i mondiali in casa sono alle porte e giocando così andremo poco lontano.

Annunci