valverdeE’ Alejandro Valverde il vincitore dell’ultima Vuelta di Spagna – la sessantaquatresima – della storia che vedrà indossare la maglia oro al vicitore. Dall’anno prossimo si passa al rosso per il capoclassifica.

Valverde ha dominato la corsa dall’inizio alla fine ed è riuscito, come lui stesso ha dichiarato, a dimostrarsi corridore da corse a tappe. Peccato che proprio in una corsa a tappe, il Tour dell’anno scorso, sia stato trovato dopato dai controlli italiani nella tappa del Monginevro, senza ovviamente scontare mai una squalifica da part della federazione internazionale e finendo per essere protetto fino allo stremo delle forze dalla federazione spagnola, assurdo ma vero.

Comunque sia è lui il vincitore della Vuelta 2009. Secondo in classifica l’olimpionico Samuel Sanchez, staccato di 55″, terzo a 1’32” l’australiano Cadel Evans, quarto il nostro Ivan Basso a 2’12” che si guadagna la convocazione in nazionale per i mondiali di Mendrisio. Bene, anche se a tratti, Damiano Cunego che, con due tappe vinte ma un gran distacco in classifica prima di ritirarsi, ha dimostrato ancora una volta di essere ormai un corridore da classiche, il vero e forse unico erede del “grillo” Bettini.

Chiudo dicendo la mia, secondo me Valverde dovrebbe essere radiato, ma continuano a distruggere uno sport che dimostra sempre, da quasi cento anni ormai, quanto sia amato dalla gente, mai in calo di numero a bordo strada. Prima o poi si stancheranno, e allora sarà la fine, meglio agire prima…

Annunci