briatore

Continuano le voci sul caso dell’anno in Formula 1, ormai la decisione sembra presa, ma tutti o quasi, si stanno schierando dalla parte di Briatore, e non capisco perché. A partire da Giancarlo Minardi, passando per Webber, molti sembrano sconcertati per la severità della pena inflitta all’ex manager Renault.Soprattutto dopo la pubblicazione dei verbali della Fia in cui si nomina il testimone chiave della vicenda, un certo mister X che avrebbe dato il via alle indagini e avrebbe però dichiarato di aver presenziato ad una riunione, il sabato dopo le qualifiche, in cui Symonds informava Briatore della possibilità di organizzare l’incidente.  E allora molti nodi vengono al pettine, stai a vedere che il vecchio furbone di Bernie anche stavolta ha trovato il modo di guadagnare di più? Si perchè se così fosse sembrerebbe proprio che la mente di tutto sia l’ingegnere britannico e non il manager italiano la mente del piano diabolico. Sia chiaro, Briatore non è esente da colpe, e per me la radiazione sarebbe giusta lo stesso, ma perchè allora graziare Symonds quando alla base di tutto ci sarebbe lui? Inoltre, si legge nelle carte della Fia, Symonds ha riferito che proprio il pilota brasiliano avrebbe proposto di battere volontariamente per favorire la tattica di gara. Ma lui come sappiamo è stato assolto. Non sarà che la richiesta di maggior potere economico della Fota, chiesto da Briatore a Ecclestone, e la guerra fra Fia e Federazione dei team, che vedeva fra i protagonisti il manager radiato, hanno un po’ infastidito i due padroni del circus?

E’ vero, Mosley ci ha rimesso la carica di presidente, ma Briatore ha rimediato una bella radiazione e Ecclestone salvato molti milioncini di Euro. La cosa mi puzza, alquanto, senza contare che, come ha detto Kubica: “Un’omicida non ottiene la grazia erché confessa, al massimo uno sconto di pena minimo”. Ogni riferimento a fatti o persone non è puramente casuale.

Intanto si vedono i primi effetti dello scandalo. L’ING ha lasciato la Renault, oscurando la propria pubblicità sugli alettoni francesi, voci addirittura sembrano volere Nelsinho Piquet ingaggiato dal nuovo team di John Booth, la Manor Gp, che il prossimo anno correrà il mondiale di F1. E aui mi pare veramente il massimo…senza parole…

Annunci