Raich esce e Svindal ringrazia, è storia della settimana passata, quando nello slalom della Gran Risa lo sciatore austriaco fallisce di nuovo l’allungo.
Doveva essere un week end alla pari fra i tre favoriti alla coppa, Raich Svindal e Janka, si partiva con un Super-G in cui l’austriaco si doveva difendere, una discesa in cui avrebbe perso molti punti, un gigante in cui a difendersi doveva essere il Norvegese e uno speciale ad appannaggio del solo Benny.

In realtà però a ritornare in lotta è stato il mai domo Aksel, capace di vincere il Super-G, portare, difendersi in Gigante e addirittura tornare a punti in speciale, 22esimo quando Raich saltava nella seconda manche.

Ad apparire stanco è stato Janka, ancora debilitato dalla mononucleosi estiva e dalle gare di inizio stagione, ha deciso di non partire in discesa e concentrarsi su gigante e Super-G, ma alla fine anche lui ha perso punti.

Risultato?
L’austriaco primo con 565 punti, l’elvetico a 543 e il Norvegese che si avvicina a 443, coppa riaperta e tutto rimandato a domani, discesa di Bormio.

Oggi intanto gigante di Lienz, qui a sprecare l’occasione è stata Maria Riesch che, dopo la caduta della Vonn non ha saputo arrivare al traguardo e portare a casa punti importanti. Anche lei è uscita da un tracciato, lasciando la situazione di coppa inalterata.
Brutta botta per la statunitense che ha riportato un edema ad un polso e una gran botta al braccio, si è temuto per le fratture, ma domani partirà nello slalom.
Gran gara della tedesca Hoelzl che vince dopo una prima manche autoritaria e una seconda in controllo su una grande Manuela Moellg, capace di recuperare dall 13esima alla seconda posizione. Bene anche la sorpresa dell’anno Federica Brignone, amcora nei piani alti con un quarto posto a poco più di un decimo dalla vittoria.

Annunci