La coppa del mondo 2010 è strana. Tutte le volte che sembra uscire fuori il vero dominatore ecco che invece succede qualcosa. Da Janka che sembrava aver chiuso già i giochi con le tre vittorie in America a Raich che adesso poteva approfittare dell’ennesima febbriciattola di Svindal. E invece niente, gara annullata e tanti saluti a punti importanti.

Ma il premio sfiga va come al solito a Simoncelli, sempre alla ricerca della vittoria lontano dall’Alta Badia. E una volta tanto che aveva risolto i problemi alla schiena, niente. Primo nella prima manche, forma splendida ma…tempo sbagliato. Gara annullata e anche per lui addio a chanche di vittoria.

Tutto sembra andare a favore del norvegese che, anche se ormai ha quasi 200 punti di distacco da Raich e Janka, può non perdere la speranza in attesa della forma che prima o poi sono certo arriverà.
Nel frattempo si è visto lo slalom di Adelboden in tv, probabilmente gioendo della vittoria in rimonta di Lizeroux, che ha tolto punti importanti al suo avversario diretto.
A podio con lui anche Hircher, tornato forte anche fra i pali stretti e Kostelic, rientrato ai massimi livelli.
Quarto proprio il capoclassifica Raich.

Adesso, finali comprese, mancano 5 slalom speciali, 2 giganti, 3 Super G, 4 Discese e 2 combinate, di cui una super.
Un calendario che sulla carta non favorisce nessuno. Raich e Janka partono avvantaggiati per i punti, ma si sa, nelle finali occhio al norvegese…

Anche la coppa femminile è strana, anche se adesso sembra delinearsi un po’. Tutte le volte che una delle due avversarie usciva l’altra non ne approfittava, almeno fino alla tre giorni di Haus, dove la Vonn è salita decisamente in cattedra. Tre vittorie, due discese e un Super G e tanti saluti a Maria Riesch, che adesso è staccata di 192 punti.

Bello nell’ultimo Super G il ritorno sul podio di Nadia Fanchini, finalmente competitiva e vicina alla forma migliore, che potrebbe arrivare fra un mese, almeno spero…

Annunci