L’ultimo atto della coppa del mondo di sci, prima delle olimpiadi di Vancouver, regala emozioni e qualche sorpresa.

Fra i maschi, impegnati con i paletti dello slalom speciale, trionfa ancora Herbst, al terzo successo stagionale.
Ma la sorpresa, relativa se guardiamo alle prestazioni dei giorni precedenti, è il secondo posto di Marcel Hirscher.
L’austriaco non solo è tornato competitivo nello slalom, ma lo ha fatto con una seconda manche che ha dell’incredibile, perfetta per tenacia, grinta e linee seguite.
Il miglior tempo di manche lo ha fatto risalire dal 12esimo al secondo posto, insidiando Herbst fino alla fine.
Terzo di giornata il francese Lizeroux, sesto Raich che prende altri punti preziosi per la coppa generale.
Peccato per Razzoli, primo nella prima manche, che sbaglia totalmente la seconda frazione, partendo male con un grande errore e inforcando poco dopo.

Adesso Hirscher si trova addirittura quarto in classifica e, se questa è la sua vera dimensione, forse i paragoni con Raich non sono poi così sbagliati.
Una diferenza però c’è, lui calcola meno, si butta a tutta, e di conseguenza emoziona molto di più, almeno secondo me.
Sarebbe bello poter rivedere Benjamin senza timore di sbagliare, a pieno servizio e non sempre al 70%, ma se vuole la coppa è così che deve sciare. Spero che a Vancouvere le cose cambino…

Fra le donen vince di nuovo la Vonn, che si riprende con gli interessi i punti persi in discesa.
Purtroppo quel che conta non è chi ha vinto, ma chi è caduta. Nadia Fanchini arretra in una porta verso sinistra, perde il controllo e il ginocchio le va in torsione, poi la botta contro la porta e subito le urla di dolore.
Si capisce fin dai primi istanti che l’infortunio è serio, e a rivedere le immagini provi ancora dolore con lei.

Purtroppo i legamenti crociati e collaterali di entrambe le ginocchia hanno subito molto, per lei niente Vancouver e rientro minimo fra sei mesi.
Peccato davvero, ma non per l’occasione olimpica, più che altro per una ragazza che a 23 anni è già al secondo infortunio serio alle ginocchia, senza parlare degli altri.
Peccato davvero, e ancora una volta si penserà a cosa fare…

Annunci