Le Olimpiadi stanno per cominciare.

Anzi, sono già cominciate, e male, molto male.

Le prove sule piste olimpiche sono in corso da alcuni giorni ormai e proprio oggi la notizia che provoca lo shock, che fulmina chi la legge.
Uno slittinista georgiano, Nodar Kumaritashvili, 21 anni, ha perso oggi la vita. E’ uscito di pista e ha sbattuto in un palo della struttura olimpica.
Ora , le domande sorgono spontanee.

E’ da giorni che si parla di mancanza di neve, con un clima che definirlo primaverile per il Canada è quasi riduttivo. E’ da giorni che si vedono camion prendere la neve a più di 100 km di distanza da Vancouver per portarla sulle piste spoglie.
Ma che cazzo ci vuole a coprire un palo per la sicurezza?

Va bene fare le olimpiadi, ma farle bene?

Non dto cercando di dare colpe o cercare lo scandalo, ma semplicemente di vedere quello che mi sembra palese, un ragazzo è morto e credo fosse evitabile, molto evitabile.

Per cui niente articolo di festa del tipo olè, le olimpiadi cominciano, solo il rammarico di vedere un morto per fare dello sport. Molto rammarico.

Annunci